Archive

gen 2018

CONCORSO “PERIFERIE 2017”

Del
di Bodar

BODAR E MODULOQUATTRO ARCHITETTI, I DUE STUDI VINCITORI IN SICILIA DEL CONCORSO “PERIFERIE 2017”

PERIFERIE 2017 è il concorso di idee per la riqualificazione di 10 aree periferiche, giunto alla seconda edizione, che deriva dalla Convenzione stipulata tra la Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee, Periferie urbane del MiBACT e il Consiglio Nazionale degli Architetti, volta a promuovere specifiche iniziative di riqualificazione/Ri.U.So. di aree periferiche degradate con interventi progettuali di qualità e a favorire l’inserimento di giovani progettisti nell’attività professionale.

Le aree oggetto del concorso sono state selezionate mediante una procedura avviata nel mese di giugno 2017, da un’apposita Commissione costituita dai rappresentanti di ANCI, MIBACT e CNAPPC, che ha esaminato le 61 aree proposte dalle Amministrazioni comunali italiane.

Il raggruppamento temporaneo, costituito dai progettisti siciliani afferenti agli studi BODAR (Francesco Messina, Giuseppe Messina, Marco Messina) e Moduloquattro Architetti (Fabrizio Ciappina, Giuseppe Fugazzotto, Gaetano Scarcella) è risultato il vincitore sull’area di Barcellona P. G.. I sue studi si sono già distinti in diverse occasioni di concorsi e premi di architettura di respiro nazionale ed internazionale, ricevendo riconoscimenti di varia natura, anche per opere realizzate sul territorio.

L’intervento progettuale, proposto dai due studi, si inserisce in un più ampio programma di riqualificazione urbana delle aree degradate della città, che mira al miglioramento del livello di fruibilità, alla qualità degli spazi collettivi, alla vivibilità e socialità, attraverso la creazione di infrastrutture viarie, alla riqualificazione dello spazio pubblico, alla costruzione di edilizia per il sociale. Il progetto risultato vincitore è stato sviluppato secondo i più avanzati modelli di un’architettura urbana ecosostenibile, mirando a riconfigurare e riqualificare uno spazio degradato, esclusivamente attraverso micro interventi connessi al ridisegno del verde, alla razionalizzazione della viabilità carrabile, pedonale e dei percorsi protetti ciclabili.

Il sito oggetto del concorso si trova nell’area che ospita le case popolari su via del Mare e la vicina scuola elementare. La proposta dei due studi di architettura punta a favorire l’uso prevalentemente pedonale dell’area, al fine di incoraggiare l’interazione sociale intergenerazionale tra gli abitanti, i bambini della scuola e le diverse utenze che gravitano intorno al quartiere. A bordare gli edifici per abitazioni sono stati previsti dei giardini interattivi, con orti e salotti urbani che possono essere curati e gestiti dalla comunità che abita l’area. Il progetto dovrà essere adottato dall’amministrazione comunale di Barcellona che si impegnerà a realizzare l’idea progettuale degli architetti.

 

back